“100×100 Achille”, la mostra dedicata al famoso designer Castiglioni

MILANO – Si inaugura oggi, 19 febbraio, la mostra “100×100 Achille” dedicata ad Achille Castiglioni, uno dei più famosi architetti e designer del secolo scorso, che il 16 febbraio avrebbe compiuto 100 anni. Ospitata nella sede della Fondazione Achille Castiglioni di piazza Castello 27, l’esposizione rimarrà aperta fino al prossimo 30 aprile con visite su prenotazione per poi diventare in seguito itinerante.

Il progetto della mostra è stato curato da Chiara Alessi e Domitilla Dardi mentre l’allestimento è stato affidato a Studio Calvi e Brambilla che ha ideato un display costituito da strutture mobili e versatili in continuità con la linea generale del progetto. L’identità dell’evento è invece stata realizzata da Davide Soldarini di Casostudio. Cento tra i più importanti designer del mondo sono stati invitati a scegliere un regalo di compleanno per Castiglioni.

I 100 regali sono tutti oggetti anonimi, come quelli che l’architetto milanese morto nel 2002 all’età di 84 anni ha collezionato per tutta la vita. Nella sua casa-studio si possono infatti vedere ancora oggi le sue vetrine piene di oggetti scelti per l’intelligenza progettuale e le soluzioni innovative. Achille Castiglioni si laureò al Politecnico di Milano nel 1944, proprio nella fase più burrascosa della Seconda Guerra Mondiale. Tra le sue innumerevoli e innovative creazioni si ricordano i design di sedie come il “Mezzadro e sella” del 1957, la poltrona Sanluca (1959), la lampada da scrivania Tubino (1951), la lampada da terra Luminator (1955), la lampada da terra Arco (1962) prodotta da Flos, la lampada da tavolo Taccia, il sedile Allunaggio e la lampada da Terra Toio.

Quattordici sue opere sono tuttora esposte al Moma (Museum Of Modern Art) di New York dove nel 1997 la curatrice Paola Antonelli realizzò la più grande retrospettiva mai dedicata da quel museo ad un designer italiano. Oltre al museo statunitense, le opere di Castiglioni sono esposte in altre importanti gallerie ospitate in città come Londra, Zurigo, Monaco, Amburgo, Colonia, Praga e Gerusalemme. Castiglioni si aggiudicò per ben 8 volte il Compasso d’Oro, il più antico e prestigioso premio di disegno industriale al mondo, che dal 1954 viene assegnato dall’Associazione Disegno Industriale con l’obiettivo di premiare e dare valore alla qualità del design italiano. Il designer milanese, in coppia con il fratello Pier Giacomo, ha progettato inoltre oggetti di produzione seriale per prestigiose aziende come Kartell, Zanotta, Flos, Bernini, Siemens, Knoll, Poggi, Lancia, Ideal Standard, Artflex ed Alessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti