Piante, fiori e spezie per la festa della donna

Un ciclo di incontri per approfondire i temi della fitoterapia

Chieri (TO) 8 marzo 2017 – Verde, profumi e relax sotto lo storico Arco di Chieri. In concomitanza con la festa della Donna, mercoledì 8 marzo dalle 21 alle 23 l’erboristeria Ex Herbis (piazza delle erbe 5) ospiterà il terzo della serie di incontri “C’era una volta lo speziale – Le erbe come non le avete mai viste”; dal tema “Acqua, sapone e fiori – L’altra faccia di Venere”.
Curatrice dell’evento è Magda Massaglia, erborista laureata e naturopata, che racconta il concept della serata: «Essere “Donna” significa anche riconoscere il momento perfetto per farsi coccolare e prendersi cura del proprio corpo». E continua: «Una rivoluzione, anche la più piccola, può nascere da un gesto dedicato a Noi stesse per il nostro esclusivo benessere». Ad affiancare Massaglia durante l’intervento sarà Sabrina Santangelo, tecnica di laboratorio e perito chimico, che nel corso dei suoi studi ha approfondito le materie della fitoterapia e cosmesi naturale.
La Fitoterapia rappresenta il primo esempio di pratica terapeutica dell’Uomo e prevede l’utilizzo di erbe, fiori o estratti vegetali per alleviare la sofferenza delle malattie contribuendo al mantenimento del benessere psicofisico dell’individuo. Una curiosità? Ippocrate, il primo medico della storia e papà della Medicina, citava i rimedi fitoterapici come il terzo strumento del dottore accanto al tocco e alla parola.
Il ciclo di incontri proseguirà per altre quattro serate a tema e è possibile prendere parte alla singola lezione dal costo di 30€. Per ulteriori informazioni e prenotazioni chiamare il numero 349.6379523

Foto del profilo di Alessandra Leo

Alessandra Leo

Sono un piccione viaggiatore umano, che adora vedere il Mondo e fare esperienze fuori dal comune. Odio annoiarmi. Da piccola venivo soprannominata “la scrutatrice” per l’abitudine di osservare con curiosità (e ad occhi sbarrati) tutto ciò che mi circondava. Da lì al decidere di diventare una giornalista il passo è stato breve; così dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere non ho mai smesso di scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti