La famiglia R-esiste

Mario Adinolfi in Sala della Conceria per un incontro sulla famiglia nella sua accezione più tradizionalista

1 aprile 2017, CHIERI (TO) – Un incontro tutto chierese con Mario Adinolfi, definito da l’Espresso come “il nuovo guru degli ultracattolici”. Sabato 1 aprile alle 16 la Sala della Conceria (via della Conceria 2) ospiterà la conferenza La famiglie R-esiste, protagonisti il giornalista ed ex deputato democratico insieme a Don Salvatore Vitiello. A organizzare l’evento è l’Associazione Culturale locale “Il Faro con il patrocinio de “Il popolo della famiglia”.

Il movimento nasce nel 2016 ad opera dello stesso Adinolfi con l’Avvocato Gianfranco Amato raccogliendo cattolici oltranzisti e “reduci di battaglia” della Legge Cirinnà, che ha trasformato l’Italia nel 27° paese europeo a riconoscere legalmente le coppie omosessuali e regolamentare le convivenze al di fuori del matrimonio. Correva il maggio dello scorso anno quando “Il popolo della famiglia” presentava le sue liste in 300 Comuni e un programma che ambiva la scalata al Colle: combattere l’aborto grazie al sostegno ai medici obiettori, bonus bebè comunale di 2.500 euro per ogni cittadino e per le coppie di novelli sposi, l’abbattimento della pressione fiscali sulle famiglie.

Le tematiche affrontate durante il dibattito verteranno sulla difesa della famiglia tradizionale, il riconoscimento dei distinti ruoli della madre e del padre, contrariare ogni forma di unione civile o adozione per le coppie omosessuali. L’ingresso è libero e sarà disponibile un servizio di baby-sitting gratuito. Per maggiori informazioni scrivere una mail a pdf.piemonte3@gmail.com.

Foto del profilo di Alessandra Leo

Alessandra Leo

Sono un piccione viaggiatore umano, che adora vedere il Mondo e fare esperienze fuori dal comune. Odio annoiarmi. Da piccola venivo soprannominata “la scrutatrice” per l’abitudine di osservare con curiosità (e ad occhi sbarrati) tutto ciò che mi circondava. Da lì al decidere di diventare una giornalista il passo è stato breve; così dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere non ho mai smesso di scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti