I Subièt e Sua Maestà il Bollito

MONCALIERI, 16 ottobre 2015. Un week end di festa per le vie del centro storico. A Moncalieri si rinnova il tradizionale appuntamento con il bollito e la Fera dij Subièt organizzata dalla Pro loco moncalierese e dall’associazione Macellai, che celebra l’enogastronomia e il folklore della città dello Statuto. 

A partire dal 16 ottobre, cene a tema aspettando la fiera e il bollito. Appuntamento venerdì sera alle 20, al Giardino delle Rose per la Cena dij Subjèt. Al costo di 25 euro, sarà possibile degustare il menù preparato dallo chef Ugo Fontanone che comprenderà un piccolo benvenuto, sformato di cavolfiore di Moncalieri e topinambur su crema di acciughe, agnolotti ai tre arrosti e loro sughi, brasato al Nebbiolo con polentina e verdure, Piemonte in bocca (dolce con zabaione, bunet, panna cotta, bicerin baci di dama) il tutto annaffiato da Chardonney Piemonte e Barbera d’Asti della Cascina Stella.

Sabato 17, sempre alle 20 al Giardino delle Rose, grande scorpacciata di Bagna càuda preceduta da un “antipasto” di trippa tonnata e flan di peperoni e seguita da cappelletti in brodo e dolci. L’invitante menù sarà accompagnato da Bonarda e Chardonnay della Cantina Montarello. Il tutto al costo di 25 euro.

Tutta dedicata a “Sua Maestà il Bollito” la giornata di domenica 18 ottobre. Alle 9,30 si aprirà ufficialmente La Fera dij Subièt, con l’esibizione della Filarmonica di Moncalieri. Alle 10,30, premiazione del X concorso nazionale delle sculture sonore “Nino Fiumara” a cui, alle 11.00, seguiranno le musiche e i balli occitane del Piemonte con animazione e danze. Nel Giardino delle Rose, a partire dalle 11 grande distribuzione del bollito… finché ce n’è. Nel grande pentolone bolliranno 1.800 chilogrammi di ottimi tagli di carne per bollito dalla punta alla scaramella,  muscolo, cappello del prete, testina, lingua e cotechino, il tutto accompagnato da bagnetto verde pane e vino al modico prezzo di 10 euro. L’intento è quello di promuovere la carne dei macellai moncalieresi e, all’interno del Giardino delle Rose, saranno anche presenti stand gastronomici con battuta coltello, trippa, ciapinabò, agnolotti, stoccafisso e torte.

La giornata darà spazio all’arte e all’artigianato con l’apertura, alle 11.05 del Museo dij Subièt ove verranno esposte le opere partecipanti al concorso.  Si prosegue, alle 12.00, con Vioulounado: dalla Piazza del Comune al Giardino delle Rose, esibizione di brani acustici per strumenti a corda. Alle 12,30 via al gemellaggio con la Pro loco di Exilles che proporrà i caratteristici Goffri.  A partire dalle 15.00 doppio appuntamento con il “Laboratorio in piazza” dedicato a grandi e piccini che mostrerà come è possibile realizzare fischietti di terracotta, e con la Spadara Folk, musiche e balli occitani e franco provenzali con animazione e danza.

Per informazioni:

Associazione Turistica Culturale ProLoco di Moncalieri – 011.6407428
www.prolocomoncalieri.com
prolocomoncalieri@gmail.com

Foto del profilo di Erika Nicchiosini

Erika Nicchiosini

Giornalista ed editor. Dopo i primi traumi infantili causati da alieni – erano i tempi dei Visitors – e verdure verdi, ho capito che una buona comunicazione può partire dall’ascolto, dalla creatività e dalla curiosità per i dettagli: un minestrone, come un lucertolone ricoperto di frusciante carta velina, possono divenire gustosi e digeribili se raccontati con attenzione e la giusta sensibilità. Amo l’arte, le parole, i libri e i viaggi, ascoltare storie, indagarle e farle mie; dare un senso sociologico e antropologico a ciò che vedo e sento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti