L’Arte dell’acquarello: cibo per l’anima

Cromie floreali in mostra sino al 25 ottobre

POIRINO, 8-25 ottobre 2015. “Arte: cibo per l’anima” è il titolo della mostra d’acquarello che sarà inaugurata giovedì 8 ottobre, alle 16, nel palazzo Cà Del Bosco. L’esposizione a ingresso gratuito, organizzata dalla Pro Poirino sarà visitabile fino al 25 ottobre, dal lunedì al venerdì in orario 15,30-18,30, più sabato e domenca in orario 10-12,30 e 15,30-18,30. L’allestimento presenta 150 opere realizzate dall’artista torinese Gianna Tuninetti.

foto 478

Attraverso una pittura ad acquarello fluida, trasparente e luminosa ritrae violette fragili del sottobosco, rose vellutate, grandi fasci di erbe selvatiche, opulenti girasoli, teste di insalata trevigiana, sponosissimi carciofi, croccanti ravanelli… Sa dipingere le emozioni e le mille sfumature della natura. Le figure di solito hanno dimensioni naturali, ritratti su grandi fogli ruvidi bianchi, che misurano 80 per 100 centimetri. Stilista di moda e grafica pubblicitaria, Tuninetti si dedica alla pittura ad acquarello dagli anni ’90. Tra le mostre personali più importanti sono state quelle al museo di scienze naturali a Torino, al museo di storia naturale a Carmagnola, alla reggia di Venaria e a Briancon. Al momento, espone anche alla biblioteca botanica di Pavia.

 

Foto del profilo di Federica Costamagna

Federica Costamagna

Grafomane e amante dei libri, adoro viaggiare, fantasticare, raccontare storie, condividere esperienze e imparare le lingue.
A 11 anni quando la maestra mi chiese cosa avrei voluto fare da grande, avevo già le idee chiare: giornalista.
Così dopo il liceo ho scelto di laurearmi in scienze della comunicazione. E da lì è cominciata la mia avventura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti