Rivive il Baio

Quattro giorni di festeggiamenti per commemorare una tradizione millenaria

SAMPEYRE (CUNEO) – Via al Carnevale made in Valle Varaita. L’11-12 (e anche il 18-19) febbraio il comune alpino ospiterà il tradizionale Baìo, una festività che mixa divertimento e tradizione storica. Sarà Alfredo Philip, accompagnatore naturalistico, ad attendere i partecipanti presso il Museo storico-etnografico di via Roma 27 alle 15. A coordinare la rievocazione è l’Associazione Escarton, che dal 2001 anni si occupa di tutelare il patrimonio culturale materiale ed immateriale di queste terre alte.

Il Baìo nasce intorno all’anno 980, quando gli eserciti saraceni penetrati nelle valli locali – con l’intento di razziarne ogni bene – vennero scacciati dalla popolazione grazie ad un ingegnoso stratagemma: gli uomini si travestirono da donne, così da proteggere le loro mogli dalle barbarie degli invasori. A millenni di distanza viene ancora celebrata la cacciata dei musulmani: quattro “eserciti” maschili provenienti dal capoluogo e da sue tre fazioni (Calchesio, Rore e Villar) si mascherano interpretando ruoli femminili ed esibendosi con preziosi costumi.

Sono previste 2 cene nella formula antipasti/primo piatto/secondo piatto/dolce con caffè e 2 pernottamenti in albergo, per non perdersi il ballo serale della domenica. Per ulteriori informazioni riguardo costi e prenotazioni contattare l’indirizzo mail la.toureto@alice.it

Foto del profilo di Alessandra Leo

Alessandra Leo

Sono un piccione viaggiatore umano, che adora vedere il Mondo e fare esperienze fuori dal comune. Odio annoiarmi. Da piccola venivo soprannominata “la scrutatrice” per l’abitudine di osservare con curiosità (e ad occhi sbarrati) tutto ciò che mi circondava. Da lì al decidere di diventare una giornalista il passo è stato breve; così dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere non ho mai smesso di scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti