SposiIn, a Stupinigi un weekend dedicato alle nozze

Banchetti, diamanti e celebrazioni simboliche per coppie etero e gay: il 20 e 21 febbraio Expo SposiIn va in scena alla Palazzina di Caccia di Stupinigi

 

STUPINIGI (Nichelino), 20-21 febbraio 2016. Banchetti d’autore, diamanti a sorpresa e celebrazioni simboliche gay ed etero. Queste e mille altre sorprese attendono gli aspiranti sposi all’Expo Sposi In, il weekend tutto destinato alle nozze che si terrà alla Palazzina di Caccia di Stupinigi il 20 e il 21 febbraio.

L’expo si presenta, quest’anno, in una veste più grande e coinvolgente che mai. A ospitare la manifestazione, oltre alla Citroniera di Levante con i consueti spazi delle scuderie e del cortile dell’Elefante, sarà la Citroniera di Ponente, un’ala raramente aperta al pubblico e architettonicamente suggestiva. Il luogo perfetto per accompagnare le coppie verso il giorno più bello della loro vita.

I futuri sposi troveranno all’Expo le aziende più importanti e qualificate del mondo del wedding, per realizzare una cerimonia indimenticabile. Nell’aulica cornice della Citroniera di Ponente verrà allestito un regale banchetto nuziale: durante il weekend i futuri sposi potranno infatti gustare il raffinato menù ideato da La Mole Catering al prezzo speciale di 32 euro. Per coronare una giornata davvero da sogno, una fortunata sposa vincerà un preziosissimo diamante offerto dalla Gioielleria Demateis di Ciriè.

Queste le date e gli orari del banchetto:

Sabato 20 febbraio: pranzo alle 12.30 e alle 13.45, cena alle 19.45 e alle 21.00.
Domenica 21 febbraio: pranzo alle 12.30 e alle 13.45.

Spazio ai sogni e alla moda sabato 20 febbraio: alle 16.00, nel  Salone dei Camini della reggia sabauda sarà protagonista Walter Dang, stilista francese con esperienze presso maison d’alta moda come Pierre Cardin. Le coppie di futuri sposi potranno seguire il lavoro dello stilista che creerà un abito da sposa in diretta, realizzando un vestito da passerella per tutte le future spose che lo richiederanno. L’evento è riservato a 100 persone.

Domenica 21 febbraio alle ore 15.30 si celebrerà un vero Matrimonio Simbolico per coppie etero e gay. All’evento, unico in Italia, organizzato da GG Wedding&Event solution, potranno partecipare le coppie di fidanzati per scoprire le proposte per l’organizzazione di un matrimonio originale.

Durante il pomeriggio verranno presentate le soluzioni più particolari per addii al nubilato e celibato suggerite da AquaAura e Il Punto Esclamativo, gli abiti per la sposa e lo sposo curati da Monteleone Sposi e cerimonia by Sesto Senso, le calzature personalizzate di Riondato Calzature, le acconciature by Boris Jeraci parrucchieri, l’allestimento floreale realizzato da La Fioreria del Parco, oltre alla degustazione proposta da Catering Reale.

Sarà inoltre possibile assistere alla celebrazione di un vero matrimonio con sposi, testimoni, invitati, il fotografo Immagini d’Autore e i professionisti del ballo Wedding Coreography, che si esibiranno coinvolgendo il pubblico sulle canzoni della The Buskers Street Band. E come in tutti i matrimoni che si rispettino ci sarà il “lancio del bouquet”. La fortunata futura sposa che se lo aggiudicherà, riceverà in omaggio da La Fioreria del Parco, l’importante Bouquet nuziale. L’evento è riservato a 100 persone. Per partecipare è necessario registrarsi sul sito www.sposiintorino.it.

Come sempre non mancheranno tantissime sorprese, omaggi e eventi che trasformano la fiera in un happening coinvolgente.

L’ingresso a Sposi In è completamente gratuito. Per partecipare basta solo registrarsi.

Foto del profilo di Erika Nicchiosini

Erika Nicchiosini

Giornalista ed editor. Dopo i primi traumi infantili causati da alieni – erano i tempi dei Visitors – e verdure verdi, ho capito che una buona comunicazione può partire dall’ascolto, dalla creatività e dalla curiosità per i dettagli: un minestrone, come un lucertolone ricoperto di frusciante carta velina, possono divenire gustosi e digeribili se raccontati con attenzione e la giusta sensibilità. Amo l’arte, le parole, i libri e i viaggi, ascoltare storie, indagarle e farle mie; dare un senso sociologico e antropologico a ciò che vedo e sento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti