San Lorenzo, le stelle e Stupinigi

San Lorenzo con le stelle, apericena e paste di meliga a Stupinigi. Appuntamento il 10 agosto, necessaria la prenotazione

STUPINIGI, 10 agosto 2016. Il fascino della notte di San Lorenzo abbinato a quello della Palazzina di Caccia di Stupinigi (Nichelino) dà vita a San Lorenzo con le stelle. Appuntamento il 10 agosto alle 20.00, nel parco della Palazzina di Caccia.

Quello con le stelle cadenti è uno degli appuntamenti più evocativi e simbolici – così sospeso tra il fenomeno astronomico e il magico spettacolo a cui affidare speranze e desideri – della tradizione occidentale. Senza scordare uno dei più bei film del cinema italiano d’autore, “La notte di San Lorenzo”, diretto dai fratelli Taviani.

Ricco il programma nichelinese. A partire dalle 20.00 Apericena delle stelle all’Infopoint di viale Torino, 4, organizzato dall’Associazione Stupinigi è. Alle 22.00, sempre all’Infopoint, presentazione della Notte di San Lorenzo. Alle 23.00 ci si dirige in auto nella zona della Cascina Parpaglia per osservare lo spettacolo della volta celeste attraversata dalle bellissime scie luminose; a fare da colonna sonora ai tempi, al ritmo e alla danza delle stelle ci sarà lo chansonnier piemontese Franco Marocco. All’una di notte si passera dalle stelle alle stalle, presso l’azienda agricola dei Fratelli Bertola per una colazione a base di latte e paste di meliga. Inoltre, chi vorrà potrà dormine sul prato fino al mattino.

Per partecipare alla serata sarà opportuno munirsi di pila frontale, consigliate calzature comode e sacco a pelo (quest’ultimo per chi sceglierà di trascorrere una notte sotto il cielo di Stupinigi).

Costo: 15 euro (comprensivo di apericena e colazione); 3 euro (solo colazione).

Info e prenotazioniinfo@parchireali.gov.it – Infopoint Stupinigi (tel. 011 19911420, martedì e giovedì al mattino, sabato al pomeriggio).

Infopoint Parchi Reali (tel. 011 4993381, dal martedì alla domenica).

Foto del profilo di Erika Nicchiosini

Erika Nicchiosini

Giornalista ed editor. Dopo i primi traumi infantili causati da alieni – erano i tempi dei Visitors – e verdure verdi, ho capito che una buona comunicazione può partire dall’ascolto, dalla creatività e dalla curiosità per i dettagli: un minestrone, come un lucertolone ricoperto di frusciante carta velina, possono divenire gustosi e digeribili se raccontati con attenzione e la giusta sensibilità. Amo l’arte, le parole, i libri e i viaggi, ascoltare storie, indagarle e farle mie; dare un senso sociologico e antropologico a ciò che vedo e sento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti