L’antimafia per San Matteo

NICHELINO, 11 settembre 2015. Tutti insieme per combattere le organizzazioni mafiose. Venerdì 11 settembre sarà la Carovana Internazionale Antimafia, che ha per titolo “Le Periferie al Centro” , ad inaugurare la prima serata della Festa patronale di San Matteo.

Alle 20 i rappresentanti della Carovana si ritroveranno sul palco di piazza Di Vittorio, di fronte al Comune, per portare i propri saluti ai cittadini nichelinesi. Un momento molto importante per la comunità che, suo malgrado, ospita un bene confiscato alla mafia.

La carovana antimafia è costituita da rappresentanti di Arci, Libera, Avviso Pubblico, Cgil, Cisl, e Uil e sta percorrendo un viaggio in Italia e in Europa per incontrare, sensibilizzare e coinvolgere nella lotta alla criminalità mafiosa persone, enti, istituzioni. Simbolicamente unisce le problematiche di vari territori creando solidarietà. Va nelle periferie per accendere i fari sulle situazioni buie e grigie, per parlare di situazioni fragili e spesso ai margini, per richiamare l’attenzione su questioni sulle quali regna il silenzio, per sottolineare il fatto che le periferie sono sempre più disaggregate e hanno bisogno di tornare a costruire più comunità.

I temi guida della missione della Carovana Antimafia sono: far luce sul radicamento delle mafie al nord, fenomeno di cui spesso il “nord” non si rende conto; riutilizzo sociale dei beni confiscati come esempio concreto delle capacità dello Stato di contrastare le mafie: esso costituisce diritti, lavoro, economia e contrasto alle mafie; combattere le forme di lavoro distorto per costruire lavoro buono e un mercato legale che garantisca diritti certi ai lavoratori, qualunque ne sia la provenienza; proporre strumenti di risoluzione delle problematiche: i tre sindacati lo stanno facendo con la proposta di un protocollo alle istituzioni territoriali e regionali che superi l’attuale normativa e le criticità presenti sugli appalti pubblici per beni, opere e servizi.

«Venerdì 11 saremo tutti simbolicamente sulla Carovana per dire no alla Mafia che, come dimostra la presenza di un’attività confiscata alla criminalità mafiosa nel nostro territorio, ha lambito anche Nichelino – spiega l’assessore alla Legalità Diego Sarno – Soltanto la costante attenzione alle problematiche del territorio e alle possibili infiltrazioni mafiose nei gangli vitali della Comunità, come è purtroppo accaduto altrove, può permetterci di sconfiggere il fenomeno mafioso. Il silenzio è l’humus ideale in cui cresce la mala pianta della criminalità. La presenza della Carovana Internazionale Antimafia è un urlo contro le cosche e ci ricorda che la guardia non va mai abbassata».

Foto del profilo di Lo_Scoprieventi

Lo_Scoprinetwork

Lo_Scoprinetwork, è un’agenzia di comunicazione fondata da giornalisti che lavorano con professionisti diversi (informatici, fotografi, grafici, avvocati e carrer coach) per creare un'immagine comunicativa a 360 gradi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti