Beneficienza giochi e magia con le “Parole di Lulù”

Niccolò Fabi a Poirino per ricordare la figlia Olivia

Poirino, 2 settembre 2017. Un’intera giornata dedicata ai bambini, tra giochi, spettacoli di magie e proiezioni ad hoc negli spazi all’aperto dell’Agrigelateria San Pè, da sempre coinvolta in azione di solidarietà legate al mondo dell’infanzia. 

«Lo voglio raccontare perché la gioia come il dolore si deve conservare, si deve trasformare» . Queste le parole di una canzone di Niccolò Fabi per sua figlia Lulù, scomparsa tragicamente a due anni per una meningite fulminante. Da allora ogni fine estate il cantautore insieme alla sua compagna Shirin Amini tiene un concerto di beneficenza per ricordare la sua bimba: Parole di Lulù è una manifestazione che ha dato vita a una serie di iniziative e progetti solidali dedicati appunto ai bambini.

Quest’anno l’appuntamento si terrà proprio in Piemonte e precisamente a Poirino il 2 settembre. 

Tutti i fondi saranno destinati a UGI Onlus per l’adozione di un alloggio di Casa Ugi con il patrocinio dell’ospedale Regina Margherita di Torino.

L’UGI – Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini – ONLUS, è nata nel 1980 a Torino  nell’Ospedale Infantile Regina Margherita per volere di un gruppo di genitori di bambini affetti da tumore che desideravano offrire ad altri genitori un sostegno nel percorso di cura e ai bambini attività di gioco e didattiche.

La giornata inizia alle 11 con laboratori e attività per bambini, al pomeriggio teatro, danza e chiuderemo la giornata come ogni anno con un tramonto musicale.
L’ingresso è a offerta libera a partire da 5 euro, da 0 a 3 anni l’ingresso è libero

Niccolò Fabi ha diffuso puntualmente il suo personale invito al popolo del web.

L’edizione del 2014 ha permesso a Niccolò di andare a Juba nel Sud Sudan per consegnare insieme agli amici Daniele Silvestri e Max Gazzè, 22mila euro raccolti grazie ai donatori della manifestazione. La cifra ha permesso ai “Medici con l’Africa Cuamm” di costruire il nuovo reparto pediatrico dell’ospedale di Yirol e di dotarlo di tutti i macchinari necessari per accogliere 3500 piccoli malati ogni anno. Dopo quell’esperienza Fabi, Silvestri e Gazzè hanno anche deciso di formare un inedito trio che a ha pubblicato album di grande successo. Così anche per le altre edizioni dove i soldi raccolti sono stati impiegati per la ristrutturazione e la manutenzione del reparto pediatrico dell’ospedale di Chiulo in Angola, così come la collaborazione con l’ospedale Bambino Gesù in seguito all’attivazione di un’ambulanza dotata di tecnologia Ecmo (ossigenazione extrameccanica a membrana) specifica per uso pediatrico in assistenza cardio-respiratoria .

A rendere possibile la festa di Lulù sono da sempre l’unione e la generosità di tante persone che credono nei progetti per l’infanzia. Chissà cosa ci aspetterà quindi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti