Poirino si tinge di nero

In arrivo Black Comedy, lo spettacolo teatrale di Peter Shaffer interpretato dalla Compagnia Le GESTA

7 aprile 2017 POIRINO (TO) – Un vero e proprio black friday – ma anche un black weekend – all’insegna del Teatro. Nelle serate di venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 aprile alle ore 21 il Salone Italia (Passeggiata Marconi 10) con la Compagnia Teatrale Le GESTA – Gruppo elaborazione e studi testi amatoriali metterà in scena Black Comedy, commedia in due atti dell’autore Peter Shaffer. La regia è a cura del vice-presidente del gruppo teatrale Maurizio Visca e dell’attore Roberto Russello.

La vicenda è ambientata nel 1965 quando uno scultore “spiantato” e la sua neo-fidanzata decidono di rubare alcune anticaglie dalla casa del vicino, il quale si è allontanato da casa per un paio di giorni, per esporle nel loro appartamento ed impressionare piacevolmente sia il padre della ragazza che un ricchissimo collezionista tedesco. Entrambi in visita all’appartamento, potrebbero rappresentare la fortuna dell’artista: uno potrebbe finalmente concedergli a mano della figlia, l’altro potrebbe acquistare i suoi lavori e renderlo famoso. Ma cosa accadrà quando andrà via la luce e tutti rimarranno al buio? Tra equivoci, risate e scambi di identità faranno capolino anche una ex fidanzata, un dipendente della compagnia elettrica ed un vicino molto, molto arrabbiato.

Gli attori protagonisti di questa commedia umoristica saranno Giulia Aquilini, Andrea Civera, Alessandra Fusaro, Maria Mosso, Marco Rodondi, Roberto Russello, Mirko Schenardi, Maurizio Visca. Non solo artisti, ma anche un gruppo di amici che dalla fine degli anni ’80 condividono con Le GESTA la loro più grande passione: comunicare, recitare suscitando emozioni. Il costo del biglietto intero è 8.00€, quello del biglietto ridotto è 5.00€.

 

Foto del profilo di Alessandra Leo

Alessandra Leo

Sono un piccione viaggiatore umano, che adora vedere il Mondo e fare esperienze fuori dal comune. Odio annoiarmi. Da piccola venivo soprannominata “la scrutatrice” per l’abitudine di osservare con curiosità (e ad occhi sbarrati) tutto ciò che mi circondava. Da lì al decidere di diventare una giornalista il passo è stato breve; così dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere non ho mai smesso di scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti