Ricco programma di eventi per commemorare il “Giorno del Ricordo”

Sono in programma diversi appuntamenti sul territorio per celebrare sabato, 10 febbraio, il “Giorno del Ricordo”, una data solenne in memoria delle vittime delle foibe e degli esuli istriano-dalmati costretti ad abbandonare le loro case dopo la cessione di Istria, Fiume e Zara alla Jugoslavia a seguito della sconfitta dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale. Al “Giorno del Ricordo” è normalmente associato il rilascio di una medaglia commemorativa destinata ai parenti delle persone soppresse e infoibate in Istria, a Fiume, in Dalmazia o nelle province dell’attuale confine orientale dall’8 settembre 1943 fino al 10 febbraio 1947. Sono esclusi dal riconoscimento coloro che sono stati uccisi mentre facevano volontariamente parte di formazioni non a servizio dell’Italia. Il 10 febbraio del 1947 rappresenta una data storica perché in quel giorno fu firmato il trattato di pace che assegnava alla Jugoslavia l’Istria e gran parte della Venezia Giulia.

A Chieri l’evento è organizzato dall’Associazione Veneti del Chierese in collaborazione con l’Opera Nazionale per i Caduti Senza Croce. Il ritrovo è fissato alle 10 presso l’Ara Commemorativa nel piazzale Delle Foibe all’interno del cimitero. La cerimonia, semplice ma molto significativa, inizierà con un breve intervento per ricordare l’eccidio, quindi proseguirà con la posa di una corona ricordo e con la benedizione. Sono stati invitati a presenziare il Sindaco Claudio Martano, gli assessori e tutti i componenti del Consiglio Comunale.

Una cerimonia è in programma alle 11 anche al centro polifunzionale Santa Maria (via Santa Maria 27/bis) di Moncalieri dove è presente una targa commemorativa. Nell’occasione si terrà la deposizione di una corona che sarà accompagnata dal trombettista dell’Associazione Filarmonica Moncalieri e sarà seguita dal discorso del Sindaco Paolo Montagna.

La tragedia verrà ricordata anche a Carmagnola. Giovedì, 8 febbraio, alle 21 al cinema teatro Elios (piazza Giuseppe Verdi 4) verrà proiettato il docufilm “Il sorriso della patria” prodotto da Istoreto, istituto piemontese per la storia della resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti”. Filmati, testimonianze e brani storici approfondiranno la vicenda dell’esodo giuliano-dalmata. L’ingresso è libero.

Sempre il 10 febbraio anche la città di Torino celebrerà il “Giorno del Ricordo” con una commemorazione solenne che si celebrerà alle 11,30 al cimitero monumentale presso il monumento realizzato dallo scultore istriano Michele Privileggi. Il giorno precedente, venerdì 9 febbraio, si terrà invece alle 14,30 la celebrazione istituzionale in Consiglio Comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti