Silvio Barbero, vice presidente di Slow Food, a Chieri per parlare della qualità del cibo

CHIERI 16 febbraio 2018 – Sarà l’alimentazione il tema di cui si occuperà l’incontro organizzato venerdì, 16 febbraio, dall’associazione culturale chierese “Quelli Che… Cesare Lombroso” presieduta da Biagio Fabrizio Carillo. L’appuntamento è fissato alle 21 nella sede di Artedanza, in piazza Caselli, con l’ingresso che come sempre sarà libero a tutti. Il relatore sarà Silvio Barbero (nella foto), personaggio di primissimo piano e vice presidente di Slow Food Italia. Insieme a Carlo Petrini, Barbero nel 1986 ha fondato Arcigola e successivamente il movimento Slow Food all’inizio degli Anni Novanta. Inoltre Barbero è anche presidente di Slow Food Promozione srl, società che organizza grandi manifestazioni come Slow Food e Cheese. È inoltre responsabile delle attività di educazione alimentare e del gusto nelle scuole e delle iniziative per la qualità alimentare nell’ambito delle strutture ospedaliere ed è coordinatore dei progetti di educazione sensoriale di Slow Food in Italia. Silvio Barbero, inoltre, dal 2007 coordina le attività di Slow Food Italia, dal 2009 è entrato a far parte del CdA e del comitato esecutivo dell’Università Scienze Gastronomiche, di cui dal 2011 è vice presidente ed infine è il responsabile delle politiche di autofinanziamento e ricerca risorse della associazione italiana con particolare riferimento ai progetti legati alla rete di Terra Madre. Coerenti alle tematiche trattate dall’associazione, l’argomento della serata sarà la qualità del cibo e come può essere messa in discussione da adulterazioni e contaminazioni anche non volute. Verrà inoltre esaminato il rapporto che esiste tra la coltivazione e la raccolta dei prodotti della terra e la criminalità organizzata, sempre molto attiva anche nel settore della distribuzione e della vendita all’ingrosso. Al centro dell’attenzione, poi, verrà messa anche la trasparenza dei prezzi e la qualità che offriranno certamente molti spunti per il successivo dibattito che verrà aperto con il pubblico. Si tratterà di un’occasione unica per poter confrontarsi sull’argomento con uno dei massimi esperti italiani e non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti