Tutti in marcia per la Strapomodoro

Cambiano, venerdì 8 settembre 2017 si svolgerà la settima edizione della Strapomodoro. Si tratta di una corsa non competitiva che negli ultimi anni ha riscosso grande successo nel paese. Il percorso  avrà la lunghezza di cinque chilometri e sarà aperto a tutti. L’organizzatore principale sarà la Pro Loco di Cambiano in collaborazione con il Patrocinio del Comune di Cambiano.

Corriamo insieme per il sociale: #Strapomodoro.

Uno slogan che invoglia a partecipare numerosi dal momento che il ricavato ottenuto grazie a questa corsa di paeseverrà devoluto in beneficenza. A questo proposito le iscrizioni hanno prezzi differenti a seconda dei casi: innanzitutto i bambini fino ai sei anni possono aderire gratuitamente all’evento; il costo della sola corsa è di sei euro, mentre corsa, piatto di pasta e bevanda all’arrivo hanno il prezzo di otto euro.

Registrarsi come partecipanti è molto facile: basta presentarsi in uno degli esercizi che aderiscono all’evento. Gli associati presso cui si può iscriversi sono la Cartoleria Merceria Rosalba in Via Cavour 13 a Cambiano e lo Zero Zero Setter, negozio per animali in Corso Onorio Lisa, 32. L’alternativa è presentarsi alla partenza il giorno dell’evento.

Le adesioni sono aperte fino all’8 settembre alle 18.30.

Il ritrovo sarà nell’Area Pro Loco, in Via D’Ovia a Cambiano, e la partenza prevista per le ore 19.30. Dopo un weekend appena trascorso di festeggiamenti e incontri in onore del pomodoro proprio di questa città piemontese, eccolo nuovamente protagonista di un evento benefico adatto a grandi e piccini.

Per ricevere maggiori informazioni si può visitare il sito ufficiale della Pro Loco di Cambiano (dove sono riportati email e numeri di telefono e contatti utili) oppure cliccando ‘partecipo’ o ‘mi interessa’ alla voce “eventi” Settima Strapomodoro.

 

Foto del profilo di Federica Testa

Federica Testa

Sono cresciuta con la convinzione che una buona comunicazione possa ampliare la mente e che le parole siano un continuo processo di “do ut des”. Vivo così, Testa di nome e di fatto; metto me stessa nelle sfide più ardue sempre alla ricerca del miglioramento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti