Una Notte UltraStellare al Parco Le Vallere

Cena, spettacolo astronomico, ziganata e pernottamento in tenda il 7 e l’8 luglio.

Dormire immersi nel verde, dopo aver osservato il manto stellato senza allontanarsi dalla città. E’ quanto accadrà nella notte tra venerdì 7 e sabato 8 luglio all’interno del Parco Le Vallere dove Grinto Eco Village organizza, insieme al Parco regionale del Po e Collina Torinese e con la partecipazione del planetario di Pino Torinese, Infinito, la “Notte UltraStellare“, a partire dalle 19 sino alla mattina dopo, nel camping di corso Trieste 94 a Moncalieri.
Il pacchetto esperienziale nella natura e gli astri  “Notte UltraStellare” (25 euro a persona) comprende la cena con la scelta tra due proposte menù (Alpha e Omega), la guida dell’esperto naturalista, la tangata a piedi nudi nel parco, la possibilità di ausilio di una tata per badare ai bimbi più piccoli, la ziganata con l’esperto di tarocchi, lo spettacolo stellare dal vivo con abbinata la lettura delle stelle coi telescopi curata da staff del planetario, il pernottamento nel camping in tenda premontata da staff interno e il risveglio con le discipline olistiche. Chi non vuole pernottare, può scegliere il pacchetto ridotto a 20 euro anziché 25 euro. Importante portarsi il proprio materassino isolante e sacco a pelo, abiti comodi, scarpe basse e antizanzare. La natura è bella, ma conviverci a ridosso del fiume Po ha le sue peculiarità.  L’evento (questa volta in format unico e promozionale) è a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria allo 011 0133510.
L’iniziativa ha due elementi interessanti che caratterizzano la concessione del marchio Mab UNESCO CollinaPo: la prima è che si configura come attività sistemica di collegamento tra una istituzione scientifica ed educativa quale il Planetario di Pino Torinese, una di conservazione ambientale (il Parco Vallere) ed una turistico ricettiva (Grinto) e che promuovendo il turismo e la fruizione scientifici e quello naturalistici aiuta ad incentivare l’utilizzo delle piattaforme dell’offerta torinese. La seconda è che la strutture coinvolte, Infinito e Grinto sono collocate nell’area Mab UNESCO e non solo nel perimetro delle aree protette del parco. Questa proposta a pacchetto completo, coniuga la cena in spazi verdi, divulgazione astronomica con visioni in diretta live, campeggio, contatto con la natura, movimento ed emozioni.

 

PROGRAMMA

Ore 19,30 – 20,30 / La Cena Stellare.
A partire dalle ore 19,30 sino alle 20,30 (non oltre questo orario per questioni organizzative) viene servita la Cena Stellare nel bellissimo dehors del Vallere Grinto Food Experience con vista sulla collina. Ecco le due proposte da cui scegliere: Menù Alpha: Misto di stuzzicherie siciliane (panelle, polpette e arancini) – Tabiscata mista di 1/2 metri – acqua naturale o gasata. Menù Omega (anche adatto ai celiaci) – Piatto tris comprendente: pennette con le verdurine, roast-beef con rucola e pomodorini, patate al forno – acqua naturale o gasata. Al piano superiore della struttura in legno è inoltre possibile visitare la mostra dell’artista piemontese Antonio Catalano, firmatario del Museo dell’Immaginario di Asti.
Ore 22,30 – 24 circa / Lo Spettacolo stellare.
A partire dalle ore 22,30 nella radura attrezzata del parco Le Vallere – a fianco dell’opera di arte contemporanea “Acceleratore di particelle catastali” degli artisti piemontesi Caretto & Spagna – lo Staff di Infinito di Pino Torinese, vi aiuterà a riconoscere i principali protagonisti del cielo estivo grazie all’ausilio del puntatore a bacchetta laser. Sarà possibile approfondire l’osservazione grazie ai telescopi sempre predisposti dal Planetario.  Lo spettacolo divulgativo dura un’ora circa.
Ore 22,30 – 24 circa / La lettura delle stelle.
In luglio la volta celeste è dominata dalla Via Lattea (la nostra galassia) dove troneggia il cosiddetto “Triangolo estivo”, guida indispensabile per reperire le principali costellazioni: al vertice più settentrionale si trova Deneb (la stella meno luminosa delle tre) che emerge dalla costellazione del Cigno e Vega, la più brillante, della costellazione della Lira; la più a sud, Altair, è invece  l’astro principale della costellazione dell’Aquila.  Un periodo dove non mancano anche e stelle cadenti come le Delta Aquaridi e le Alfa Capricornidi individuabili a est proprio in questi raggruppamenti. Utilissimo portarsi con sé copertina e binocolo. Per chi non ne è dotato il parco provvederà a fornire l’attrezzatura. Si ringrazia Europhoto Torino per la dotazione di strumenti ottici atti all’osservazione.
Ore 24 in poi / Una notte in tenda.
E’ previsto il pernottamento nelle predisposte piazzole di erba fine con le tende fornite e montate da Grinto (precisarlo all’atto della prenotazione), o con tende proprie. Necessario portare sacco a pelo o materassini/copertine del caso. Ovviamente sono anche benvenuti i camperisti, che potranno trovare sistemazione nelle apposite aree sosta del Villaggio. Prezzo comprensive di consumo e servizio (carico/scarico acqua – elettricità). Camper fino a 7,5 mt. – € 25 per giornata. Animali domestici benvenuti, senza sovrapprezzo. NB : Dormire sotto le stelle vuol dire pernottate nella sicurezza e tranquillità di un camping: proprio per questo viene richiesto il documento di identità in occasione della registrazione all’ingresso del Vallere Grinto Eco Camping Village.
Ore 20,30 – 22,00 / La guida al paesaggio naturale.
I partecipanti, liberi di girovagare nel parco, prima di stendersi sotto la volta stellata potranno imbattersi lungo l’area verde del Po tra alberi, arbusti e cespugli che insieme a scoiattoli e leprotti popolano il campeggio e il Parco delle Vallere, sotto la guida dell’esperto naturalista Ippolito Ostellino che offrirà al pubblico informazioni sulla flora locale del Parco nella Riserva di Biosfera.
Ore 20,30 – 22,00 / La Tangata Stellare.
Nel giardino di Grinto, prima dell’osservazione celeste, ci sarà dalle ore 20,30- 22,30 la possibilità di danzare e ballare in modalità zigana “a piedi nudi nel parco” o se preferite, con scarpette basse o da ginnastica, per godere al meglio di una serata magica in una cornice affascinante e romantica. In collaborazione con Etnotango LCMM.
Ore 21,00 – 22,00 / La Ziganata tra Astri e Tarocchi.
Un bonus dedicato agli appassionati di cartomanzia. Sempre prima dello spettacolo astronomico, per chi desidera, l’esperto di Tarocchi Rudy Basile, nella sua speciale postazione “Grotta di Merlino”, racconterà i significati degli Arcani maggiori, utilizzando lo speciale mazzo di tarocchi atlantidei realizzato dall’artista piemontese Dovilio Brero.
Ore 21,00 – 22,30 / Tata Andromeda.
Per i bimbi, dalle ore 21 alle ore 22,30 è a disposizione Raffaela “Andromeda” per giocare e coinvolgere i più piccini in attesa della visione planetaria, dove dovranno invece essere accompagnati dai loro genitori.
Ore 08,00 – 10,00 circa/ Il mattino dopo.
La mattina seguente per chi desidera far colazione la Caffetteria di Grinto Eco Village è aperta dalle ore 08, e per chi gradisce si può praticare, il Saluto al Sole (necessarie copertine o materassini) e alle ore 9 una lezione gratuita di avvicinamento al Tai Chi Chuan guidata dal maestro Mauro Perro della scuola PerroAcademy (necessarie scarpette da ginnastica).
Ad ogni ospite verrà omaggiato un visore di realtà virtuale, per rivivere in modalità immersiva alcuni scenari più rappresentativi dell’Osservatorio Astronomico di Pino Torinese.
Prezzi (operazione lancio) della Notte Stellare del 07-07-2017 (in esclusiva una tantum):
Cena + visita al parco e osservazione delle stelle + pernottamento in tenda (adulti: 25€ – bambini: 18€)
Cena + visita al parco e osservazione delle stelle (prezzo unitario: 20€)
NOTTE ULTRASTELLARE
Prenotazione obbligatoria: 011 0133510  Grinto Urban Eco Village – Area sosta camper | Ristorante | Campeggio — Corso Trieste 94 , Moncalieri ( Torino )  Tel. Area Camper 011 0133510 – info@ldmultimedia.net – rif: Luca Licata: 3925535957
Foto del profilo di Erika Nicchiosini

Erika Nicchiosini

Giornalista ed editor. Dopo i primi traumi infantili causati da alieni – erano i tempi dei Visitors – e verdure verdi, ho capito che una buona comunicazione può partire dall’ascolto, dalla creatività e dalla curiosità per i dettagli: un minestrone, come un lucertolone ricoperto di frusciante carta velina, possono divenire gustosi e digeribili se raccontati con attenzione e la giusta sensibilità. Amo l’arte, le parole, i libri e i viaggi, ascoltare storie, indagarle e farle mie; dare un senso sociologico e antropologico a ciò che vedo e sento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti