A Pino Torinese l’evento off del Perinaldo Festival con l’astrofisico Balboni

PINO TORINESE, 4 settembre 2020 – Si terrà venerdì, 4 settembre, la conferenza-spettacolo “Una, dieci, cento terre. Quanti mondi da chiamare casa?”. L’appuntamento verrà ospitato a partire dalle 21 dal campo di basket “Dario Gaveglio” di via Folis a Pino Torinese.

L’evento off del Perinaldo Festival “Terre di Confine”, la manifestazione ligure giunta alla 15ª edizione, è organizzato in collaborazione con l’associazione Apriticielo, con il Comune di Pino Torinese e con Infini.To – Planetario di Torino, Museo dell’Astronomia e dello Spazio.

Il festival si svolge ogni anno con sede principale a Perinaldo, località dell’entroterra ligure in provincia di Imperia, che coinvolge numerosi Comuni della costa con differenti eventi che vedono la partecipazione di artisti di fama nazionale e internazionale.

Visto lo stretto legame del Comune di Pino Torinese con Infini.To, che negli anni ha portato alla realizzazione di iniziative e progetti in stretta sinergia tra le due realtà, e data la presenza sul territorio del Planetario, gli organizzatori hanno così voluto proporre l’evento off del festival.

Divulgazione scientifica e musica nell’evento del festival di Perinaldo

A condurre la serata sarà l’astrofisico Emanuele Balboni (nella foto dell’evento che si è svolto lo scorso 27 luglio a Perinaldo) con un accompagnamento musicale jazzistico. Un modo per coniugare la divulgazione scientifica e la musica. Il tutto in un’atmosfera suggestiva in cui si parlerà del futuro del nostro pianeta e del suo futuro. Durante la serata si svolgerà, inoltre, una performance musicale ricca di atmosfere jazz e rock. Sul palco salirà il gruppo formato da Emanuele Balboni alla chitarra, da Gabriele Peretti alla batteria, da Giacomo Petrocchi al sax tenore e da Viden Spassov al contrabbasso.

Nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19 sarà garantito il mantenimento della distanza interpersonale. Ai partecipanti sarà richiesto l’utilizzo delle mascherine protettive. La partecipazione all’evento sarà gratuita ma la prenotazione sarà obbligatoria. Una misura che consentirà il contingentamento degli accessi e l’ottimale organizzazione degli spazi.

E’ oltretutto prenotare il proprio biglietto al seguente link: bit.ly/uno-dieci-cento-terre-pino-torinese .

I componenti dello stesso gruppo famigliare possono quindi prenotare più biglietti con lo stesso nominativo.

Cosa ne pensi di questo evento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: