A Pralormo “Visione ed incanto”: un viaggio tra i luoghi abbandonati

PRALORMO, 18 settembre 2020 – Riprendono gli eventi aperti al pubblico alla biblioteca civica “Leo Chiosso” di Pralormo. Venerdì, 18 settembre, a partire dalle 20,45, il centro culturale di via Morbelli 25 ospiterà “Visione ed Incanto”. Una videoproiezione all’insegna della fotografia dei luoghi abbandonati che è patrocinato anche da Sbam, il Sistema Bibliotecario dell’Area Metropolitana Torinese.

L’evento ad ingresso gratuito si svolgerà all’aperto nel cortile del centro polifunzionale Cascina Oddenino che ospita anche la biblioteca per garantire così il rispetto delle norme igienico sanitarie per il contenimento del virus Covid-19. Si garantirà inoltre anche il distanziamento di almeno un metro tra gli spettatori che dovranno presentarsi muniti di mascherina. Ospiti della serata saranno il fotografo Alessandro Accossato e la modella DeliCate (fotografia tratta dalla pagina Facebook di Alessandro Accossato).

A Pralormo le immagini racconteranno i luoghi e gli edifici abbandonati

La videoproiezione racconterà il reportage fotografico del pralormese Alessandro Accossato che ha avuto per protagonista i luoghi e gli edifici abbandonati e la modella astigiana DeliCate. Gli spettatori saranno trasportati all’interno di ville signorili per poi trovarsi catapultati in castelli medioevali reinterpretando emozionanti poesie d’autore. L’unica presenza di vita del reportage di Accossato è proprio la modella DeliCate. La venticinquenne modella di Cortazzone è specializzata nella fotografia urbex, o esplorazione urbana, che è diventata molto popolare negli ultimi anni.

E’ infatti un mix di avventura, esplorazione e adrenalina che ha attirato sempre più persone diventando la moda del momento in campo fotografico. L’urbex consiste nell’esplorare e nel fotografare dei luoghi o dei relitti abbandonati dall’uomo, solitamente introducendosi in aree interdette. Un genere fotografico che in questo modo permette a molti luoghi abbandonati di tornare nuovamente in vita.

Nell’occasione Accossato presenterà al pubblico un’idea brillante a cui non è nuovo. Il fotografo di Pralormo negli anni scorsi è infatti stato promotore di un progetto fotografico del genere urbex legato ai manicomi, sempre raccontato da un susseguirsi di immagini accompagnate da poesie e musiche. Al termine della serata ci sarà quindi spazio per l’approfondimento e per il dibattito con il pubblico.

Cosa ne pensi di questo evento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: