“Bambini liberi”, concerto al Duomo di Chieri

CHIERI – “Bambini liberi”, il concerto ad ingresso libero che si terrà domani sera, sabato 20 ottobre, al Duomo di Chieri con inizio fissato alle 21. Si esibiranno il coro del Duomo di Chieri ed il coro Kerigma di Cuneo. Durante il concerto verranno raccolte delle offerte a sostegno dall’Associazione La Cordata  di don Gianfranco Laiolo.

Il coro del Duomo di Chieri diretto dal 1984 dal maestro Enzo Cerrato è nato negli Anni Sessanta sotto la guida di Michele Mondo, organista e compositore chierese di fama nazionale. Fin dagli inizi, il coro si dedicò all’animazione della liturgia accompagnando le Sante Messe con i canti.

Attualmente il coro è formato da una quarantina di elementi, divisi nelle quattro voci, e si dedica prevalentemente all’azione liturgica, animando in parrocchia le occasioni più solenni che hanno il loro culmine soprattutto nelle celebrazioni della Festa della Madonna delle Grazie, il secondo lunedì di settembre. Nel corso degli anni, il coro ha cantato la Santa Messa nelle basiliche san Pio X a Lourdes, San Giovanni In Laterano e San Pietro a Roma e San Francesco ad Assisi.

Ospite della serata sarà il coro polifonico Kerigma è composto da alcuni giovani ed adulti, amanti della musica in generale ma anche sacra e liturgica. Il coro cuneese svolge la sua attività di animazione delle celebrazioni religiose al Duomo di Cuneo.

L’evento sosterrà il progetto dell’associazione La Cordata, nata nel 1980 a Torino nel quartiere Barriera di Milano, che ha lo scopo di costruire una casa per accogliere le mamme ed i loro bambini che si trovano in carcere o vivono situazioni di violenza. In questo modo verrà data libertà a dei bambini che si trovano rinchiusi per colpe non loro.

Attualmente l’associazione ha diverse case di accoglienza riservate a ragazzi o ragazze che vivono in situazioni di disagio e a delle ragazze madri con i loro bambini. Case di accoglienza sono attualmente presenti a Capodacqua di Assisi, dove attualmente l’associazione ha la sede operativa, a Chieri, a Pralormo, a Ferrere d’Asti e ad Alice Superiore, nei pressi di Ivrea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *