Cenerentola e Celestino il burattino arrivano al Teatro Superga

Il Balletto di Mosca e Celestino, il burattino sognatore, animano il weekend di Nichelino

NICHELINO (TO), 13-14 gennaio – Sono due gli appuntamenti al Teatro Superga (via Superga, 44) che attendono il pubblico per trascorrere un finesettimana tra arte, musica e spettacolo.

Sabato 13 gennaio alle 21 torna per il terzo anno consecutivo il Balletto di Mosca “La Classique” con la fiaba per eccellenza “Cenerentola”. L’opera di Sergej Prokof’ev, composta durante la Seconda Guerra Mondiale, ha debuttato nel 1945 al Teatro Bolshoi di Mosca e da allora ha girato i palchi di tutto il mondo. In attività da oltre 28 anni, la compagnia russa “La Classique” opta per una ricostruzione fedele al balletto originale, che rispecchi il desiderio del direttore artistico Elik Melikov di tramandare le peculiarità delle tradizioni rutene.

Il balletto ispirato alla fiaba di Charles Perrault racconta di Cenerentola, una ragazza dolce e remissiva costretta a vivere al servizio della matrigna e delle due sorellastre. Un giorno una fata travestita da vecchietta si presenta alla loro porta, ma non le viene riservata alcuna attenzione, essendo sia la matrigna che le sorellastre troppo impegnate a prepararsi per un sontuoso ballo al castello del Principe. Solo Cenerentola si preoccupa di accudirla. Come ricompensa la fata trasforma gli stracci che la vestono in un abito meraviglioso, ma è tutto: i topolini diventano dei cavalli e la zucca si tramuta in una lussuosa carrozza con cui la ragazza potrà divertirsi al ballo. Sulle note della Danza delle Stagioni (il brano eseguito durante l’incantesimo) e della Scena del Ballo Cenerentola, misteriosa e bellissima, conquista tutti. Il principe Cinese, quello Spagnolo, quello delle Terre del Nord se la contendono, danzando lei e porgendole dei doni. Eppure Cenerentola ha occhi solo per il suo Principe, anch’egli innamorato. Li divide lo scoccare della mezzanotte, così per ritrovare la sua amata il giovane sarà costretto a provare la scarpetta di cristallo a tutte le ragazze del regno.

Il costo del biglietto è di 27 euro (ridotto 24,50) per la platea, 12 euro (ridotto 19) per la galleria.

Il secondo spettacolo ad intrattenere il pubblico avrà luogo domenica 14 gennaio alle 16 e si intitolerà “Voglio andare sui pianeti”. Il protagonista Celestino è un bambino sognatore – o meglio, la marionetta di un bambino sognatore – che permette al suo burattinaio di non perdere mai la capacità di stupirsi. La sua immaginazione viaggia lontano, dove anche una semplice luce proiettata nel buio si trasforma nella più fantasmagorica galassia: i pianeti con le loro orbite sembrano così vicini da poterli toccare, ma raggiungerli implica un viaggio incredibile verso l’ignoto. “Voglio andare sui pianeti” racconta le storie del cielo, avvicinando in modo semplice e divertente i più piccoli all’astronomia, grazie a una scenografia aerea di particolare impatto visivo. Il testo e la regia sono di Dino Arru con Raffaele Arru e Marco Zicca, la voce narrante è di Laura Righi.

 

L’ingresso costa 5 euro sia per gli adulti che per i bambini.

Per prenotazioni scrivere una mail all’indirizzo biglietteria@teatrosuperga.it, chiamare il numero 011.6279789 oppure acquistare la prevendita sul Circuito Ticketone.

Alessandra Leo

Giornalista pubblicista con la passione per il volontariato internazionale, team leader per una nota ONG. Adoro vedere il mondo e viaggiare con penna e taccuino: non a caso da piccola venivo soprannominata “la scrutatrice”, per l’abitudine di osservare con curiosità - annotando - tutto ciò che mi circondava. Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere e un master in Marketing & Communication Management non ho mai smesso di scrivere, e certo non ho intenzione di farlo, almeno per i prossimi 999 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *