Chieri, un ciclo di incontri per capire le cause e gli effetti della crisi climatica

CHIERI, 3 – 31 MARZO 2020 – I cambiamenti climatici sono sempre più evidenti e interessano tutti i Paesi del mondo. Dai periodi di siccità alle ondate di calore, dalle alluvioni alle trombe d’aria. Tutti fenomeni che in tutto il pianeta continuano a ripetersi con sempre maggior continuità e frequenza. Per capire di più le cause e gli effetti il Comune di Chieri, in collaborazione con Friday for Future Chieri nell’ambito per la Consulta per l’Ambiente, organizza un ciclo di tre incontri per approfondire le tematiche ambientali. Ad ospitare gli appuntamenti sarà la Sala Conceria di via Della Conceria, sempre con inizio fissato alle 21 ed ingresso libero.

Clima, come funziona e perché sta cambiando?

A rispondere a queste domande questa sera, martedì 3 marzo, sarà il professor Claudio Cassardo, docente di Fisica dell’atmosfera, del clima, meteorologia e cambiamento climatico al Dipartimento di Fisica dell’Università di Torino. In una recente pubblicazione il professor Cassardo, responsabile scientifico di diversi progetti di ricerca nazionali ed internazionali, ha preso in esame la correlazione che esiste tra la crisi climatica e l’intensificarsi dell’inquinamento atmosferico registratosi in questi mesi nel bacino padano, indicando come “l’unico rimedio per non farci soffocare dall’inquinamento è quello di cercare di limitare le emissioni”.

Mobilità, inquinamento atmosferico e crisi climatica

Il successivo appuntamento si terrà invece giovedì 19 marzo. Interverranno il dott. Alessandro Bertello, direzione risorse idriche e tutela dell’atmosfera, e l’architetto Giuseppe Piras, esperto di mobilità sostenibile. Verranno approfonditi quei sistemi di trasporto che riducono al minimo l’impatto ambientale, massimizzando l’efficienza, l’intelligenza e la rapidità degli spostamenti. Una soluzione che ridurrebbe l’inquinamento atmosferico e di conseguenza i suoi effetti devastanti sul clima.

Migrazioni climatiche ed ambientali

Il terzo ed ultimo appuntamento del ciclo di conferenze si svolgerà invece martedì 31 marzo. Sarà il dottor Guido Viale, sociologo e saggista, a spiegare le interazioni tra i cambiamenti climatici provocati dai combustibili fossili e le migrazioni. L’intervento del dottor Viale servirà per approfondire le strategie da mettere in atto per evitare che il cambiamento climatico diventi irreversibile.

Cosa ne pensi di questo evento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: