“Pensa alla salute”, conferenze in biblioteca

NICHELINO – Anche la biblioteca “Giovanni Arpino” partecipa al Festival della Scienza e dell’Innovazione in corso di svolgimento a Torino e nei Comuni limitrofi fino a domenica 21 ottobre. “Pensa alla salute” è il filo conduttore dei due appuntamenti in programma nei locali di via Filippo Turati 4. Entrambi gli incontri, ad ingresso gratuito, verranno moderati da Loredana Pilati, responsabile della biblioteca nichelinese.

Ad aprire la kermesse sarà la conferenza dal titolo “Il silenzio: tra filosofia e narrazioni” che si svolgerà mercoledì, 17 ottobre, dalle 17,30 alle 20,30. A moderare la serata sarà Duccio Demetrio che è direttore scientifico dell’Accademia del Silenzio e della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e docente di Filosofia dell’Educazione all’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Si parlerà del silenzio che non solo viene vissuto nelle diverse forme di meditazione nelle diverse culture spirituali e religiose ma da sempre anima le origini del pensiero filosofico. Il silenzio assume diversi significati, non è soltanto assenza di rumore o assenza di tacere. A margine della conferenza seguirà a partire dalle 19 un laboratorio di scrittura autobiografica. Per partecipare è indispensabile prenotarsi in biblioteca telefonando al numero 011/6270047 oppure scrivendo una e-mail all’indirizzo biblioteca@comune.nichelino.to.it .

Il secondo appuntamento è invece fissato per venerdì, 19 ottobre, quando dalle 21 alle 23 si terrà invece il “Seminario pratica Yoga. Armonia, forza, consapevolezza”. Relatore sarà Silvio Bernelli, scrittore e Yogi e presidente di Yoga Tyaga, associazione di Torino affiliata con l’Aics che si occupa di praticare ed approfondire la disciplina dello Yoga.

“Il fine dello Yoga è assottigliare il velo di errata comprensione del mondo, per agire nel modo giusto”. Da questa frase di Tirumalai Krishnamacharya Venkata Desikachar, celebre insegnante indiano di Yoga deceduto nel 2016 all’età di 78 anni, partirà la conferenza per approfondire questa pratica, utile per guardare dentro se stessi, analizzare le sensazioni e cercare l’unione con l’io che ciascuna persona ha nel profondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *