Bike Pride

Ciclisti “orgogliosi” per le strade chieresi.

29 MAGGIO 2016. Quest’anno, anche a Chieri si svolgerà il Bike Pride. A organizzarlo è l’associazione  Muoviti Chieri, con il patrocinio del Comune e la partecipazione di svariate realtà presenti sul territorio: scuole, associazioni di promozione sociale e di volontariato, esercizi commerciali, società sportive. (Per maggiori informazioni: Ciro Signoriello cell. 333 384 49 88 Giovanni Bosco cell. 347 366 85 20)
Una grande festa in bici, a piedi e di corsa, per riappropriarsi degli spazi urbani e viverli in libertà e sicurezza. «Chieri, per la dimensione e la conformazione del suo territorio urbano, è una città ideale per gli spostamenti in bicicletta. Purtroppo le abitudini sclerotizzate e le false opinioni (“in auto si fa prima”) continuano ad alimentare una situazione che, in maniera ormai evidente, è diventata insostenibile: stress, nervosismo, incidenti. Senza contare le gravi ricadute dirette sulla salute di tutti i cittadini e sull’ambiente. – spiegano gli organizzatori – Che qualità della vita vogliamo promuovere a Chieri?
Lo smog portato dal traffico non è innocuo e non è neanche un male “inevitabile”. L’aumento esponenziale di malattie respiratorie infantili, l’incremento di alcuni tipi di tumore sono l’effetto diretto dell’esposizione continua e prolungata agli agenti inquinanti da traffico veicolare.»
Infatti, per l’occasione, tutta la zona centrale sarà chiusa alla circolazione delle auto. Nel pomeriggio ci sarà il giro in bicicletta nella zona centrale di Chieri (quella che in autunno diventerà Zona 30, come stabilito dal PGTU, approvato dal Comune): una festosa e colorata parata di biciclette, “riservata” ai cittadini dai 2 ai 99 anni.
A seguire, dalle 16,30 circa, in piazza Europa si svolgeranno manifestazioni ed attività ludiche e sportive per i giovani.
Motto della giornata: “Non è mai troppo tardi per invertire la rotta !”

Lo_Scoprinetwork

Lo_Scoprinetwork, è un’agenzia di comunicazione fondata da giornalisti che lavorano con professionisti diversi (informatici, fotografi, grafici, avvocati e carrer coach) per creare un'immagine comunicativa a 360 gradi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *