La disfida del bonet

CHIERI, 8 novembre 2015.  Sfida a cucchiai di bonet a Spazio Gusto – Cooking Loft. Nel corso della Fiera di San Martino si svolgerà la Disfida del Bonet, una gara tra provetti pasticcieri, organizzata da Slow Food. L’idea delle Disfide di Slow Food Piemonte, nasce nell’estate 2015. A scendere in campo sono numerosi chef e gastronomi, ognuno con la propria interpretazione del celebre piatto. La gara, più all’insegna della condivisione che della competitività, è un arteficio per recuperare la grande memoria delle ricette che si sono evolute nel corso degli anni passando di mano in mano, di famiglia in famiglia.

La prima delle Disfide della cornice Murazzi Temporary, è stata giocata sul Vitello tonnato.

Protagonista della prossima Disfida sarà il Celebre Bonet, goloso dessert a base di cacao. Domenica 8 novembre la gara si svolgerà tra cuochi privati. Gli interessati dovranno inviare la loro adesione a leo.rieser@slowfoodpiemonte.com entro venerdì 6 novembre. I concorrenti dovranno preparare “due mattoni” di 7/800 grammi, da sottoporre alla giuria, accompagnati dalla lista degli ingredienti e dal dettaglio della ricetta. I bonet verranno assaggiati e votati da una giuria selezionata, nel pomeriggio di domenica a Spazio Gusto – Cooking loft, in via Vittorio Emanuele, 40.

La partecipazione è gratuita. Per info: 335.63.655.95.  Le due migliori ricette saranno riproposte a CioccolaTò 2015, in piazza San Carlo a Torino, il 29 novembre, sfidando i migliori ristoratori e pasticcieri torinesi.

Debora Pasero

Fondatore de Lo_Scoprieventi. Giornalista, laureata in semiologia e con una specializzazione in web design, da più di dieci anni, ogni mattina, mangio pane e comunicazione. Mi piace vedere la tecnologia nella sua valenza sociologica e aggregativa, importante soprattutto per fare rete. Nel mio percorso lavorativo, mi sono via via specializzata in social media e web marketing, curando i profili di settimanali, case editrici, associazioni ed eventi. Ho un’idea della comunicazione a tutto tondo dove la grafica lavora in sinergia con le parole per creare un'immagine coerente e coordinata in ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *