Estate ragazzi: aperte le iscrizioni

I Centri estivi di Nichelino aprono le porte a bimbi e ragazzi: divertimento, giochi e sport dal 13 giugno al 29 luglio. Iscrizioni dal 31 maggio al 9 giugno.

NICHELINO, 31 maggio 2016. Tempo d’estate, di vacanze scolastiche e… di centri estivi. Dal 31 maggio al 9 giugno sarà possibile inscriversi alla 44a edizione dell’Estate Ragazzi organizzata dalla Città di Nichelino e destinata ai bimbi e ai ragazzi di età compresa fra i 3 e i 14 anni.

Due le sedi che ospiteranno l’avventura estiva 2016. La scuola Anna Frank di via Carducci 4, destinata ai bambini della scuola dell’infanzia, per il periodo dal 4 al 29 luglio; e la Don Milani di viale Kennedy 21, riservata ai ragazzi della scuola primaria e secondaria, dal 13 giugno al 29 luglio.

Le iscrizioni vengono raccolte al Palazzo Torre di via del Pascolo 13/a, dal martedì al giovedì, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 18.00. E’ possibile effettuare l’iscrizione anche presso le due scuole sedi di Estate Ragazzi, il lunedì, dalle 8.00 alle 12.00. Le tariffe, escluso il servizio mensa, variano in base alle fasce della dichiarazione Isee e vanno da 30 euro a settimana (20 per chi frequenta solo al mattino) fino a 52 Euro (42). Per i non residenti la quota è di 70 euro (60). Per quanto riguarda il servizio mensa valgono le condizioni definite all’inizio dell’anno scolastico 2015/16; per i ragazzi che non usufruivano della mensa occorrerà rivolgersi all’ufficio Istruzione per definire la quota-pasto.

Durante Estate Ragazzi sono previste attività formative e ricreative comprendenti sport, giochi, musica e uscite. Per nformazioni + possibile rivolgersi  all’Ufficio Istruzione di via del Pascolo,13/a – tel. 011.6819.597/284 – email: scolastici@comune.nichelino.to.it.

Sul sito www.comune.nichelino.to.it è possibile consultare e scaricare la modulistica.

Erika Nicchiosini

Giornalista ed editor. Dopo i primi traumi infantili causati da alieni – erano i tempi dei Visitors – e verdure verdi, ho capito che una buona comunicazione può partire dall’ascolto, dalla creatività e dalla curiosità per i dettagli: un minestrone, come un lucertolone ricoperto di frusciante carta velina, possono divenire gustosi e digeribili se raccontati con attenzione e la giusta sensibilità. Amo l’arte, le parole, i libri e i viaggi, ascoltare storie, indagarle e farle mie; dare un senso sociologico e antropologico a ciò che vedo e sento.

Cosa ne pensi di questo evento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: