Note gospel per Casa Base

Un evento di beneficenza con il coro Free Spirit per regalare un sogno di natale a bambini e adolescenti meno fortunati

CHIERI, 16 dicembre 2017 – Un evento di beneficenza per godersi la compagnia della famiglia, pensando a chi una famiglia non la ha. Sabato 16 dicembre alle 21 il coro Free Spirit si esibirà nella chiesa di Sant’Antonio Abate (via Vittorio Emanuele II, 26) a favore di Casa Base, il progetto a cura della Città di Chieri che si occupa di sostenere minori e neomaggiorenni vittime di maltrattamenti o abusi.

Allontanati dai propri genitori dalle autorità giudiziarie, i dieci ragazzi di Casa Base crescono aiutati da educatori e volontari che si occupano di creare intorno a loro un clima di calore, normalità e amorevoli gesti quotidiani. La comunità nasce nel 1994 e da allora i suoi numeri sono in crescita: sono in totale 77 i ragazzi inseriti all’interno del regolare tessuto sociale, nove le famiglie volontarie che contribuiscono regolarmente alla cura dei bambini e giovani adulti tutelati con tre i volontari appartenenti al servizio civile. L’ambizioso obiettivo del fundrising natalizio è quello di regalare un sogno. Che sia una gita al parco divertimenti Gardaland, una giornata di sci sulle piste innevate oppure uno sguardo ai pesci dell’Acquario di Genova, Casa Base e i suoi professionisti dell’educazione vogliono rispondere ai desideri e alle speranze dei più piccoli fornendo loro aiuti di tipo concreto. Così Free Spirit proporrà un’atmosfera di festa con canti tradizionali e cori gospel, a fine serata si terrà un piccolo mercatino con decorazioni natalizie realizzate manualmente dai volontari.

Il progetto nasce dalla sinergia tra la Fondazione Paideia e la Cooperativa Paradigma, le quali si occupano di sviluppare una forte integrazione tra comunità e territorio contribuendo al contempo allo sviluppo di un ambiente sociale in grado di rispondere al disagio. Per maggiori informazioni contattare gli indirizzi mail info@fondazionepaideia.it e segreteria@cooperativaparadigma.it

Alessandra Leo

Giornalista pubblicista con la passione per il volontariato internazionale, team leader per una nota ONG. Adoro vedere il mondo e viaggiare con penna e taccuino: non a caso da piccola venivo soprannominata “la scrutatrice”, per l’abitudine di osservare con curiosità - annotando - tutto ciò che mi circondava. Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere e un master in Marketing & Communication Management non ho mai smesso di scrivere, e certo non ho intenzione di farlo, almeno per i prossimi 999 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *