Ristrutturazioni, approfondimento della nuova legge

CHIERI, 12 novembre 2018 – Limitare il consumo di suolo e riqualificare gli edifici esistenti. Sono gli obiettivi che si pone il disegno di legge “Procedure edilizie per il riuso, la riqualificazione ed il recupero dell’edificato” recentemente approvato dal Consiglio Regionale del Piemonte.  Tutte le novità che sono state introdotte nella nuova legge verranno esaminate nella conferenza “Una casa bella per tutti – La nuova legge sul Riuso per l’edilizia” che sarà ospitata al Park Hotel di viale Fasano 34, lunedì 12 novembre dalle 18.

Interverranno Alberto Valmaggia, Assessore Regionale all’Urbanistica, in un evento introdotto e moderato da Alessandro Sicchiero, Segretario del Pd Chieri, Riva e Baldissero. I dettagli della legge verranno invece esposti da Elvio Rostagno, vice capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale.Il provvedimento favorisce la ristrutturazione degli immobili compromessi o in stato di abbandono mediante interventi che mirano alla sostenibilità ambientale ed al miglioramento del tessuto urbano sotto il profilo sociale ed economico.

Inoltre la legge regionale cancella gli oneri di urbanizzazione per gli interventi che non incrementano il carico urbanistico. La nuova normativa si applicherà quindi in caso di edifici obsoleti, di scarsa qualità architettonica, non sicuri dal punto di vista sismico o non sostenibili sotto il profilo energetico.

Via libera quindi al recupero di rustici e sottotetti ma anche alla demolizione di edifici agricoli abbandonati, la cui cubatura sarà spendibile in altre aree urbanizzate. Il disegno di legge, inoltre, introduce premialità legate alla riduzione delle superfici impermeabilizzate, alla demolizione selettiva dei manufatti edilizi e all’utilizzo di manufatti o materiali da costruzione derivati da materie prime secondarie provenienti dal riciclo, il riconoscimento all’imprenditore del maggior costo derivante da interventi edilizi che comportano azioni di bonifica, attribuendo un ulteriore premio di cubatura.

La nuova normativa supera gli interventi in deroga previsti dal Piano Casa (L.R. 20/2009 in scadenza il 31 dicembre 2018). Quest’ultimo consiste in una serie di provvedimenti legislativi ed incentivi economici per permettere l’ampliamento di abitazioni ed immobili ad uso diverso da quello residenziale. Ai cittadini è data la possibilità di riqualificare un edificio, ma anche di ingrandirlo aumentando la volumetria.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *