Settimana Nazionale della Dislessia 2017

Torino propone due eventi dedicati al binomio dislessia-musica

TORINO 2- 8 ottobre 2017 – Sette giorni dedicati ai disturbi di apprendimento. Dal 2 all’8 ottobre sono centinaia le iniziative organizzate per sensibilizzare al problema della dislessia, più comunemente conosciuta come “disturbo della lettura”, uno dei più diffusi tra i DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento). In occasione della seconda edizione della Settimana Nazionale della Dislessia l’AID di Torino (Associazione Italiana Dislessia) propone due eventi ad ingresso libero, il cui filo d’Arianna è “Dislessia in musica: da Mozart a Mika, dialogo tra neuroscienze e i nostri giovani musicisti“.

Il primo appuntamento è venerdì 6 ottobre dalle 21 alle 23 con una serata musicale al teatro dell’ATC in corso Dante 14. Non è un segreto che, secondo gli studi condotti nel 2014 da Frontier in Human Neuroscience, un allenamento musicale basato sul ritmo possa avere ripercussioni positive sulle capacità di lettura dei ragazzi dislessici. Così tra note classiche e sonorità più moderne i partner dell’evento (Istituto Comprensivo Gobetti di Rivoli, Liceo Cavour di Torino, Scuola Secondaria di Primo Grado Foscolo, Associazione Cantascuola, Associazione Scuola e Futuro e infine Associazione Casa di Lollo) provvederanno per tutti i partecipanti un ricco intrattenimento musicale preceduto da un variegato buffet.

Si prosegue sabato 7 dalle 9.30 alle 12.30 con un seminario di approfondimento sul medesimo tema, nella sede dell’istituto Sant’Anna in via Massena 36. La prima voce è quella della neuropsichiatra infantile Luisa Lopez che affronterà il tema “La musica, il cervello e la lettura“, mentre la seconda sarà quella del musicista Samuele Ferrarese dedicata a “Il linguaggio della musica e la musica del linguaggio – Nuove prospettive del rapporto tra Dislessia e pratica musicale“. DSA è sì l’acronimo di Disturbi Specifici dell’Apprendimento, ma anche e soprattutto il simbolo delle Diverse Strategie di Apprendimento adottabili, perché la creatività può mostrarsi il migliore approccio terapeutico.

L’ingresso è aperto a tutti previa registrazione on line sul sito AID. Per ulteriori informazioni chiamare il numero 339.8982651 oppure scrivere una mail all’indirizzo torino@aiditalia.org

 

Alessandra Leo

Giornalista pubblicista con la passione per il volontariato internazionale, team leader per una nota ONG. Adoro vedere il mondo e viaggiare con penna e taccuino: non a caso da piccola venivo soprannominata “la scrutatrice”, per l’abitudine di osservare con curiosità - annotando - tutto ciò che mi circondava. Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere e un master in Marketing & Communication Management non ho mai smesso di scrivere, e certo non ho intenzione di farlo, almeno per i prossimi 999 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *