Si accendono i riflettori su Asti Teatro 42

ASTI, 28 agosto – 6 settembre 2020 – Si svolgerà tra la fine di agosto e l’inizio di settembre Asti Teatro 42. Lo storico festival teatrale organizzato dal Comune di Asti col sostegno della Regione Piemonte, della Cassa di Risparmio di Asti, della Fondazione Crt, della Mibac, della Fondazione Piemonte dal Vivo e Asp.

Rispetto agli altri anni, il via della kermesse teatrale è stato spostato da giugno alla fine di agosto a causa dell’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del Covid-19. La rassegna, giunta alla 42ª edizione, presenta comunque un programma ricco con 22 spettacoli, 6 anteprime nazionali e 7 prime regionali con la partecipazione di 6 vincitori dei Premi Ubu degli ultimi anni.

Il 28 agosto il via di Asti Teatro 42

Sarà una performance teatrale di circo contemporaneo curata da ArteMakia ad aprire il festival venerdì 28 agosto (piazza San Secondo, ore 22). Sabato 29, invece, allo Spazio Kor Eleonora Danco proporrà “dEVERSIVO”, atto unico dissacrante sul teatro e sulla vita ispirato all’opera di Robert Rauschenberg. Alle 18 ed alle 23 nella Chiesa del Gesù andrà quindi in scena “Quando diventi piccolo”, di e con Massimiliano Loizzi.

La domenica, 30 agosto, alle 18 nel cortile dell’Archivio Storico, Lorenza Zambon porterà in scena “La montagna vivente”, spettacolo in anteprima nazionale. Alle 20 al teatro Alfieri Lino Musella presenterà “The night writer. Giornale notturno” di Jan Fabre mentre alle 22 nel cortile del Michelerio andrà in scena “In nome del padre, della madre, dei figli”. Alle 21,30 nella Chiesa Del Gesù si svolgerà la “La donna pesce”, spettacolo di Rosario Sparno mentre alle 20 ed alle 23 Paolo Mazzarelli sarà protagonista di “Soffia vento”, in anteprima nazionale.

Nutrito anche il programma degli spettacoli a settembre

Martedì 1° settembre alle 19 al Diavolo Rosso si replicherà “Scene di violenza coniugale. Atto finale”, e alle 22 al cortile del Michelerio Enrica Tesio e Mauro “Mao” Gurlino presenteranno “Gli adulti non esistono”. Il 2 settembre alle 19 alla Chiesa del Gesù debutta lo spettacolo di Daniele Ronco “Il grande giorno”, quindi alle 22 al Teatro Alfieri Cirko Vertigo presenterà “Off ballad” di blucinQue / Qanat Arte e Spettacolo”. Giovedì 3 settembre alle 20 alla Chiesa del Gesù andrà in scena “L’uno” ed alle 22 al Cortile del Michelerio torneranno gli attori di Generazione Disagio con “Art”, spettacolo in prima nazionale prodotto dal Teatro della Tosse.

Paolo Valerio sarà invece protagonista venerdì 4 settembre allo Spazio Kor con “Muro Trasparente”, alle 19 ed alle 23. Alle 21 al Teatro Alfieri sarà invece protagonista la compagnia Berardi Casolari con il nuovo spettacolo “I figli della frettolosa”. Sabato 5 settembre alle 20 allo Spazio Kor arriverà quindi Il Mulino di Amleto con “Senza famiglia”, di Madgalena Barile, finalista al Premio Scenario 2017. Alle 22 al Cortile del Michelerio Oscar De Summa presenterà invece il suo ultimo lavoro “Da Prometeo. Indomabile è la notte”.

Il gran finale del festival di domenica 6 settembre

Asti Teatro 42 (nella foto una scena di uno spettacolo proposto nell’edizione del 2019) si concluderà con due spettacoli. Alle 19 Spazio Kor andrà in scena “Tutto quello che volevo. Storia di una sentenza” di e con Cinzia Spanò. Alle 21 al Teatro Alfieri Davide Enia sarà protagonista e autore de “L’abisso”, spettacolo pluripremiato. Da un viaggio a Lampedusa, isola degli sbarchi, Enia ha scritto un romanzo prima e uno spettacolo poi facendo emergere delle storie drammatiche ma allo stesso tempo cariche di speranza.

Cosa ne pensi di questo evento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: