Torino: riaprono i musei molte le iniziative in città e in provincia

TORINO 1-5 febbraio 2021 – Da oggi, lunedì 1 febbraio quasi tutta l’Italia si tinge di giallo e Torino decide di puntare sulla riapertura dei musei, ma solo nei giorni feriali. Dopo uno stop tra i più lunghi, fatto che non avveniva dalla Seconda Guerra Mondiale, sono numerosi i musei che si preparano ad accogliere i visitatori. Un modo per riscoprire le bellezze culturali che caratterizzano il nostro territorio. La riapertura al pubblico è stata infatti studiata a lungo dai vari musei per garantire ai visitatori le migliori forme di sicurezza. Tutto questo rispettando le normative imposte dal Ministero della Salute.

Museo Egizio: i biglietti omaggio sold out in pochi giorni

Il Museo Egizio riapre lanciando un’iniziativa molto interessante, mettendo a disposizione di tutti i suoi visitatori l’ingresso gratuito fino al 5 febbraio con prenotazione obbligatoria. Il lunedì rimane aperto dalle 9 alle 14 e il resto della settimana fino a venerdì con orario continuato dalle 9 alle 18:30. Gran parte dei cittadini hanno accolto l’iniziativa, tanto da rendere sold out ogni biglietto omaggio. È possibile però acquistare il biglietto per le visite del Museo per ii giorno successivi, alla cifra di 9 euro.

Gli altri musei in città

Non solo il Museo Egizio si è fatto portavoce di questa iniziativa. GAM, MAO e Palazzo Madama riaprono da mercoledì offrendo, oltre alle collezioni permanenti diverse mostre. La fondazione Musei, di cui fanno parte GAM, Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Palazzo Madama, MAO e Museo Civico d’Arte Antica ospiteranno una serie di opere racchiuse all’interno del titolo Stasi Frenetica, prorogata fino al 7 febbraio a cura di Ilaria Bonacossa.

Al MAO sarà possibile visitare la mostra “China goes Urban” e in più sarà possibile vedere 10 opere di Artissima 2020, sempre all’interno della mostra Stasi Frenetica. Alla Camera è stata prorogata la mostra “Paolo Ventura Carousel”. Anche in questo caso è stato pensato un prezzo vantaggioso, di solo 1 euro, per i giovani dai 13 ai 26 anni.

Dimore storiche in storiche in centro e provincia

Riaprono al pubblico anche le dimore storiche di Torino e non solo: il Castello di Agliè, Villa della Regina, il Castello di Moncalieri e Palazzo Carignano. Ogni residenza osserverà orari diversi ed è sempre richiesta al prenotazione. Il castello di Moncalieri e gli appartamenti di palazzo Carignano saranno aperti al pubblico nelle giornate di giovedì e di venerdì. Per quanto riguarda invece Villa della Regina, è stata promossa la scelta di estendere i giorni di apertura anche nelle giornate del lunedì. Riapre anche la Reggia di Venaria: con i suoi Giardini e Piano Nobile.

I Giardini sono visitabili al costo simbolico di 1 euro per tutta la durata di febbraio. L’ingresso gratuito è per tutti i giovani fino ai 26 anni di età. Per la vista completa sono state pensate numerose promozioni per favorire le diverse visite. Sempre all’interno della Reggia di Venaria è possibile visionare la mostra antologica dedicata a Paolo Pellegrin, fotografo di fama interazione

Cosa ne pensi di questo evento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: