Una Chieri a misura di bambino

CHIERI – “La città vista dall’alto dei nostri 95 centimetri”. Si tratta di una serata organizzata da Chieri C’è, movimento politico creato da cittadini per costruire una Chieri migliore che ha debuttato nelle elezioni amministrative del 2014 e che ha tuttora una propria rappresentante in consiglio comunale. L’evento si svolgerà il prossimo martedì 27 marzo alle 20,45 al bar Todrà di piazza Trento 2 con ingresso libero.

Diversi i relatori di spessore che faranno il loro intervento durante la serata. Gli ospiti saranno Elisabetta Forni, sociologa urbana ed all’ambiente del Politecnico di Torino, Angela Nasso e Chiara Carlucci, entrambe architetti, Emanuele Negro, ricercatore e professionista di fisica ambientale, e Mirjam Struppek, berlinese e laureata in urbanistica.

Nell’occasione il movimento presenterà la sua visione di una città a misura di bambino, di famiglia, di cittadino consapevole e responsabile. Sarà una serata che si svolgerà nello spirito di Chieri C’è nell’intento di far conoscere meglio Chieri, di scoprire nuovi modi per viverla e per poter spiegare come potrebbe essere domani, ancora più bella e fruibile per tutti. Chieri C’è nel suo programma ha previsto un punto per una città a misura dei più piccoli che possa offrire luoghi e giochi di aggregazione per i bambini, anche al coperto 7 giorni su 7, dove sia possibile anche l’incontro tra i genitori. Tra le idee del movimento, inoltre, vi è anche quella di creare una Chieri che valorizzi, promuovi e coordini le iniziative private e pubbliche per i bambini, come laboratori didattici e servizi di assistenza psicologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *